Blog

VELOCITA’ e QUALITA’, UN ARCO TESO VERSO L’OBIETTIVO

Oggi alle aziende si chiede di essere veloci.

Veloci a capire ed interpretare i bisogni dei consumatori. Veloci a sviluppare nuovi prodotti e servizi. Veloci ad implementare procedure, nuovi processi e progetti. Veloci a prendere decisioni.

In pratica, veloci a stare sul mercato.

Ma la velocità può bastare?

Una pubblicità di pneumatici diceva che “la velocità è nulla senza controllo” e aveva ragione.

La velocità è solo un elemento che può portare al successo un’azienda.

Non si deve mai dimenticare o sottovalutare la qualità.

Essere veloci senza qualità è una scelta che non premia nel lungo periodo.

Allo stesso tempo, non bisogna aspettare di essere pronti al 100% per partire, perché non lo si potrà mai essere veramente, a causa della mutevolezza delle condizioni. Si rischierebbe solo di non partire o al massimo di partire in ritardo rispetto alla concorrenza.

E’ necessario raggiungere non la qualità perfetta, ma un livello alto di qualità, un livello più che accettabile rispetto ai parametri assoluti e partire. Una volta partiti, sarà necessario continuare un processo di miglioramento in modo da ridurre e limitare le difettosità marginali.

Velocità e Qualità sono due forze contrapposte ed è necessario sempre trovare un compromesso.

Il sottile equilibrio tra Velocità e Qualità fa tornare in mente la metafora dell’arco di Eraclito.

Eraclito sosteneva che affinché un arco possa essere in grado di scagliare bene le frecce occorreva che la corda non fosse né troppo tesa, né troppo lenta.

Così nel cercare di colpire il mio target, non dovrò essere troppo veloce, perché rischierei di essere impreciso, né di sentirmi totalmente pronto, altrimenti troppo lento ed il mio obiettivo potrebbe scappare.

Non c’è una ricetta universale per trovare l’alchimia perfetta tra Velocità e Qualità, l’unica cosa veramente importante però è non essere frettolosi e superficiali. Questo sarebbe l’errore più grave ed imperdonabile.

L’equilibrio ideale tra le due forze opposte potrà esserci solo se abbiamo ben chiaro l’Obiettivo da raggiungere, ponendo massima Attenzione e Responsabilità nel fare le cose, nell’avere a Cuore il cliente e Coraggio nel prendere decisioni anche difficili ed impopolari.

E se, per un sottile gioco del destino, facendo l’acronimo di questi ingredienti venisse fuori proprio la parola ARCO (Attenzione – Responsabilità- Cuore e Coraggio – Obiettivo), non fateci caso.

0

Aggiungi un commento