Blog

SPIRITO DI SQUADRA E UNA STORIA ITALIANA

Si parla sempre di più di spirito di squadra. Non sempre, però, lo si riesce a vedere nello sport e tanto meno nelle aziende. In particolare modo nelle imprese italiane, dove, complice la crisi (ma non solo), si assiste a tensioni tra imprenditori e dipendenti, conflittualità tra fornitori e clienti, incomprensioni tra aziende e sistema politico.
Cosa significa essere squadra? Rispetto ad un gruppo di persone, una squadra si differenzia perché ha obiettivi chiari, regole rispettate, ruoli stabiliti e accettati.
Nel settembre scorso, l’azienda Roncadin ha dato prova di essere squadra e di saper giocare come una squadra.
500 dipendenti, 100 milioni di euro di fatturato, grande produttore di pizza surgelata con clienti in Italia e all’estero, la Roncadin, nel settembre scorso ha subito un incendio che ha distrutto parte dello stabilimento e dimezzando la loro capacità produttiva da mettere in crisi non solo la produzione e i contratti di fornitura per svariati milioni di €, ma la sopravvivenza della stessa azienda.
Poche imprese avrebbero avuto la forza di rialzarsi, ma nel giro di pochi giorni, loro hanno ricominciato a produrre sette giorni sui sette, 24 ore al giorno. Come è stato possibile tutto ciò?
Con un gioco di squadra con lavoratori e sindacati, ma anche con fornitori, banche e clienti. Certo, la paura di perdere lavoro o fatturato da parte di tutti ha sicuramente inciso, ma sono fermamente convinto che i Sigg. Roncadin avevano costruito, investendo tempo e denaro, un rapporto di fiducia e di rispetto con le altre parti.
E questo sforzo, condito da umiltà, impegno e sacrificio, al momento del bisogno, è stato ripagato.
I Roncadin si sono comportati da leader illuminati e sono stati capaci di guardare oltre le differenze e i propri interessi, individuando e condividendo un obiettivo comune.
A loro, per quanto possa valere, va tutto il mio rispetto e la mia ammirazione.

 

0

Aggiungi un commento